domenica 20 settembre 2009

Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana



Sostanzialmente potrebbe sembrare la vicenda, cinematograficamente così classica, dell’uomo normale, un funzionario della metro di New York (Denzel Washington), che alla fine si trova a diventare eroe e giustiziere. Ma c’è qualcosa di più, in una storia di terrorismo che offre non un solo spunto per agganciarsi all’attualità: vi si coglie, infatti, il riflesso degli attentati alle metropolitane degli anni successivi alla guerra in Afghanistan e alla Seconda Guerra del Golfo; ma vi si affaccia anche e soprattutto un terrorismo finanziario, che rimanda immediatamente alle atmosfere attualissime della crisi economico-bancaria in USA. Il personaggio di John Travolta, infatti, Ryder, l’altro grandeggiante protagonista del film, è un bandito da Far West metropolitano, ma in lui c’è anche un’ombra di cinismo da squalo borsistico; nel sequestro di un treno della ferrovia intraurbana sotterranea newyorkese, infatti, egli gioca parallelamente su due fronti: la rapina telecomandata alla banca di New York, e la perturbazione indotta della quotazione giornaliera dell’oro.
Pelham 123 - Ostaggi in metropolitana è il remake di una pellicola del 1974, Il colpo della Metropolitana - un ostaggio al minuto, con Walter Matthau nel ruolo in cui abbiamo visto Washington.

Nessun commento:

Posta un commento