sabato 6 maggio 2017

Il percorso della via Postumia

Via Postumia. Costruita nel 148 a.C. dal console Spurio Postumio Albino. In quello stesso anno Macedonia, Epiro e Tessaglia divennero province romane. Due anni dopo Cartagine sarebbe stata distrutta per sempre.

Il percorso. Collegava Genova, l’antica Genua o Ianua, città dei Liguri Genuati, ad Aquileia (Aquileia), città fondata nel 181 a.C. dal console romano Gaio Flaminio. Toccava:
-          Pontedecimo (Pons ad Decimum milium ab Ianuensi Urbe, con riferimento alla sua distanza da Genova), di origine romana;
-           Tortona (Derthona), città dei Liguri  Statielli;
-         Piacenza (Placentia), città dei Galli Boi con un sostrato etrusco (ma formalmente fondata nel 218 a.C. dai Romani come avamposto anti-Annibale);
-          Cremona (Cremona), città gemella di Piacenza (fondata anch’essa formalmente nel 218 a.C.  per gli stessi motivi di Piacenza, ma in origine insediamento dei Galli Cenomani);
-         Calvatone (Bedriacum), città romana con sostrato etrusco-gallico;
-         Mantova (Mantua), città etrusca e poi cenomane;
-          Verona (Verona), città degli Euganei o dei Veneti e poi dei Cenomani;
-         Vicenza (Vicetia), città dei Veneti;
-         Oderzo (Opitergium), città dei Veneti;

-         Concordia Sagittaria (Iulia Concordia), insediamento romano

Nessun commento:

Posta un commento