sabato 13 maggio 2017

L'anagramma


Può essere essenzialmente di due tipi: apofonico, quando la variazione riguarda solo le vocali di una parola, ma lascia intatto il corpo consonantico (per esempio: miniera = manieri); babelico, quando intacca l’intera struttura della parola originale (per esempio: rublo = burlo). 

Nessun commento:

Posta un commento